Gamma completa e 100% green

Tra novità e ampliamento della gamma, Kühbacher continua la sua crescita in Italia. In chiave sempre più ecologica

La Birra Kühbacher è prodotta dalla famiglia Von Beck-Peccoz nel castello di Kühbach, in Baviera, dal 1862, anche se pare che la prima produzione di birra qui risalga addirittura al 1011 ad opera delle monache del monastero benedettino St. Magnus di Kühbach.

Accanto al ramo bavarese della famiglia Beck-Peccoz, vi è il ramo italiano che ha origini in Valle d’Aosta, a Gressoney-Saint Jean. I due rami sono sempre stati molto legati tra loro, tanto che, nel 2014, i cugini Egon Beck-Peccoz e Umberto Beck-Peccoz hanno deciso di costituire una filiale Kühbacher in Italia, con sede a Rho (Mi), per gestire la distribuzione della birra nel nostro Paese.

Da Kühbach a Milano

«Nella filiale italiana di Rho – ci spiega Egon Beck-Peccoz – la birra viene importata dalla nostra società di famiglia, che dirigo io dall’Italia, e qui, dopo l’applicazione delle accise e dell’IVA, è pronta per essere venduta al cliente, rappresentato in primis dal distributore. Siamo ovviamente partiti dalla Valle d’Aosta, dove già ci conoscevano per via della festa patronale che organizziamo ormai da anni a Gressoney-Saint-Jean, e da qui siamo scesi in Piemonte e in Lombardia, per poi estenderci a tutto il nord Italia. A Milano, in particolare, abbiamo i nostri clienti diretti che possiamo gestire attraverso la filiale di Rho, diventando così distributori di questa zona. Inoltre, copriamo, a macchia di leopardo, centro, sud e isole».

Portfolio prodotti sempre più ampio «Fin dalle prime edizioni, siamo stati presenti al Beer&Food Attraction di Rimini con il nostro stand che, negli anni, si è ingrandito sempre di più, raggiungendo oggi una superficie di 64 metri quadrati. In fiera non abbiamo presentato delle novità in quanto arrivavamo già dalla presentazione di due prodotti doppio malto, delle novità assolute inserite su richiesta proprio del mercato italiano, sia in fusto sia in bottiglia: la Red da 8,5% alc. e la Nove da 9% alc., specialità che non riflettono il modello bavarese, ma che, grazie al nostro mastro birraio, risultano essere molto beverine e che, pertanto, piacciono molto in Italia, ma sono molto apprezzate anche in Germania. In più, stiamo lavorando su altre specialità che non sono tipiche della tradizione bavarese, ma che la moda un po’ impone, soprattutto nel mercato milanese, che amplieranno il nostro portafoglio prodotti, così da avere una gamma completa al 100% per coprire tutte le richieste».

Produzione ecologica e VAR

La birreria di Kühbach rappresenta un’azienda modello, anche dal punto di vista ecologico: le birre Kühbacher, infatti, vengono prodotte totalmente a impatto zero. Dal 2007, nella produzione si impiegano esclusivamente energie alternative generate da fonti rinnovabili, come gli impianti fotovoltaici sui tetti dell’azienda, il biogas derivante dalle piante dei propri campi e il cippato di legname dalle proprie foreste, «tre fattori che ci rendono totalmente autonomi nei consumi di energia». Da sempre Kühbacher Bier lavora con il vuoto a rendere (VAR), un fattore determinante sia dal punto di vista economico sia per il suo contributo

alla salvaguardia del pianeta. In Italia, però, non sempre si riesce a gestire il VAR e pertanto l’azienda dispone di cartoni VAP da destinare a tutti i clienti che ne fanno richiesta.

Servizi e progetti

Tra i diversi servizi offerti da Kühbacher, si segnalano le visite guidate al birrificio di Kühbach con il proprietario Umberto Beck Peccoz, i corsi di spillatura, le degustazioni e le visite presso i locali partner. Inoltre, ai clienti vengono forniti materiali quali brochure, schede birra, beer list personalizzate, nonché materiale pubblicitario dedicato al mercato italiano. «Per quanto riguarda le novità – conclude Egon Beck-Peccoz – posso dire che andremo a coprire totalmente quello che manca nella nostra gamma. Si tratterà di birre che seguono il trend attuale e che ci identificano: luppolate, ma non estreme, né a livello alcolico, né a livello di luppolatura. Prodotti, quindi, che possano completare la gamma, restando sempre beverini e soddisfacendo le esigenze di quei clienti che vogliono essere sempre al passo con i tempi». www.kuhbacher.com