Oltre 28mila visitatori e 525 aziende espositrici sono il ragguardevole traguardo raggiunto nei quattro giorni di apertura di questa effervescente manifestazione, che incassa il risultato di una strategia commerciale centrata e dinamica.

Con una particolare attenzione al futuro, alle tendenze e all’interazione tra i vari comparti della ristorazione e dell’hotellerie. Le quattro aree tematiche che caratterizzano Expo Riva Hotel, ovvero Indoor & Outdoor Contract, Coffee & Beverage, Eco Wellness & Technology, Food & Equipment, coprono a 360 gradi gli interessi degli operatori del settore e sono ben rappresentate dalle aziende presenti, con i loro ultimi, aggiornati prodotti e servizi. In aggiunta all’elevata qualità e varietà delle categorie in esposizione, la società Riva del Garda Fierecongressi, organizzatrice della fiera gardesana, si è attivata mettendo a disposizione i suoi spazi per una ricca serie di eventi correlati: seminari, degustazioni, show cooking, premiazioni di concorsi, laboratori, incontri commerciali e formativi, presentazione di scuole e istituzioni del settore turistico-alberghiero e della ristorazione. Le efficaci sinergie che si sono sviluppate a Expo Riva Hotel hanno permesso inoltre l’emersione delle tendenze, che segnano la via dei futuri investimenti per gli operatori professionali.

Beverage in evidenza

Una cospicua parte degli spazi di Expo Riva Hotel è stata dedicata alle bevande: nell’area chiamata RPM-Riva Pianeta Mixology e nel settore Solobirra, sempre molto frequentati, in mostra e in degustazione specialità birrarie nazionali e internazionali, cocktail e long drink creativi, e bevande di tendenza. Sempre nutrita la schiera delle aziende distributive specializzate dell’area geografica che circonda il Benaco, veri protagonisti dello sviluppo commerciale che caratterizza tutto il comprensorio. Le offerte birrarie di realtà come Horeca Bevande, Bevande Verona, Mutinelli, Eurobevande, Emporio Bevande, Planet Bevande, Partesa Trentino sostengono e stimolano la ricerca e il consumo di specialità brassicole della regione trentina e veneta di competenza.

Il contributo alle proposte birrarie di Expo Riva Hotel arriva anche da importatori come ad esempio Ales&Co, F&G, G & K. Non mancavano naturalmente anche i produttori, con birre ‘flagship’ e novità: le vicine Forst e Theresianer, le mittel-nordeuropee Bitburger, Paulaner, Warsteiner, Alpirsbacher, Leikeim, Flensburger,  le referenze di gruppi come Peroni o QBA-Radeberger.

Da segnalare la selezione di piccoli birrifici regionali e artigianali che vengono esposti nel settore Solobirra, l’area a essi espressamente dedicata dagli organizzatori: si tratta di un’occasione in più, per degustare birre del territorio e particolari. Quest’anno, hanno presentato le loro novità anche due ospiti d’eccezione: Teo Musso, fondatore del birrificio Baladin, che ha offerto in degustazione ‘Beermouth’, il suo Vermouth di birra, e Agostino Arioli, fondatore del Birrificio Italiano, con le sue ultime creazioni craft.